Centri estivi edizione 2022
Aperto il bando pubblico per la concessione dei “buoni comunali centri estivi”

Da quest'anno l'Amministrazione Comunale ha deciso di innovare ed ampliare l'offerta dei servizi ricreativi estivi per le famiglie beinaschesi, proponendo un nuovo modello organizzativo per Beinasco e Borgaretto. L’obiettivo è di dare alle famiglie e ai ragazzi libertà di scelta tra le realtà presenti sul territorio, salvaguardando le tutele economiche che garantiscano a tutti le stesse possibilità di accesso.

Chi può fare domanda dei “buoni comunali centri estivi”

Residenti a Beinasco con ISEE inferiore a € 45.000,00 che, alla data di richiesta del buono, NON risultino morosi per il servizio di refezione scolastica.

Come ottenere il buono comunale

Compilando la domanda on-line a cui sarà possibile accedere attraverso le credenziali SPID al link: https://www.comune.beinasco.to.it/servizionline

Entro quando fare domanda

Il termine per la presentazione delle domande è il 22 maggio 2022, con eventuale riapertura dei termini, solo qualora le istanze pervenute non esaurissero l’intera disponibilità dei fondi e, quindi, nel caso, fino a esaurimento fondi.

Quanto vale il buono comunale

Il valore del buono è calcolato in forma proporzionale e in relazione alle fasce di reddito ISEE possedute dalle famiglie, con riferimento al sistema delle agevolazioni tariffarie sinora in vigore, con il limite delle otto settimane, secondo il seguente schema applicativo, differente nel caso di iscritti con disabilità che necessitano di assistenza specialistica Gli utenti appartenenti alla “fascia sociale ridotta” (zero), devono ottenere preventiva attestazione Cidis

Il buono comunale deve essere richiesto per il numero esatto di settimane per cui si effettuerà l’iscrizione ai centri di ciascun minore, evitando di sovrastimare la richiesta e sottrarre così inutilmente i fondi comunali disponibili, riducendo le possibilità d’accesso ad altre famiglie potenzialmente interessate.

Scarica Tabella Buoni Comunali

Scarica Tabella iscritti con disabilità

  • La cifra è una stima basata sul valore in percentuale del buono e sulle tariffe comunicate dal gestore

Quando e come ricevere il buono comunale

Il richiedente, dopo aver compilato la domanda online, riceve una mail con indicazione del documento, in formato pdf da scaricare, che corrisponde al buono comunale, sul quale è riportato il numero di “richiesta”, i dati del minore e del richiedente, la percentuale di copertura del costo del servizio come da percentuali di agevolazione sopradescritte, il numero di settimane d’iscrizione ai centri estivi richieste e il corrispondente valore massimo settimanale del buono assegnato. 

Come spendere il buono comunale

Ricevuto il buono comunale è possibile recarsi presso uno dei Centri Estivi accreditati dal Comune di Beinasco  

(vedi elenco) per procedere all'iscrizione al Centro Estivo prescelto a tariffa agevolata. Le famiglie devono provvedere autonomamente all’iscrizione a uno o più Centri prescelti, nei tempi e nei modi resi noti dai singoli organizzatori. In fase d’iscrizione si paga al gestore del Centro Estivo solamente la differenza tra il valore del buono comunale e il costo totale del servizio stabilito da ciascun gestore (vedi elenco).

Nel caso di inutilizzo totale o parziale del buono deve essere tempestivamente prodotta formale rinuncia dei buoni comunali assegnati e non utilizzati per l’iscrizione, da comunicare all’Ente gestore del centro estivo e al Comune all’indirizzo mail: politicheducative@comune.beinasco.to.it

almeno 5 giorni prima dell’inizio della frequenza del centro estivo

Per maggiori informazioni:

Avviso di bando pubblico

Ufficio politiche educative 011 3989 215/214 

 

 



Allegati notizia
    .


Sezione Questionario

Torna su